AntropologiaArcheologiaArte e beni culturali
Astronomia
BiotechChimicaComunicazioneDirittoEconomiaFilologiaFilosofiaFisicaInformaticaIngegneria / ArchitetturaLatinoLetteraturaLinguisticaManagementMatematicaMusicologiaPedagogiaPsicologiaScienze agrarieScienze ambientaliScienze biologicheScienze del farmacoScienze della terraScienze medicheScienze naturaliScienze politiche e socialiStoria

[8] Movimenti di macchina. Teoria

di Dario Grasso (video), Giorgio Raito (video), Salvo Noto (video) e Marco Di Mauro (video)

Nella rappresentazione audiovisiva non c'è solo la messa in forma delle inquadrature, con le sue regole di composizione e fotografia. C'è il movimento




Ottava clip del corso "Tecnica della rappresentazione audiovisiva", a cura del prof. Alessandro De Filippo, docente di Storia e Critica del Cinema al dipartimento di Scienze umanistiche dell'Università di Catania.

Nella rappresentazione audiovisiva non c'è solo la messa in forma delle inquadrature, con le sue regole di composizione e fotografia. C'è il movimento.

Dentro frame si muovono i personaggi; ma è la stessa camera a muoversi, seguendo delle regole precise, applicando una grammatica complessa di un linguaggio complesso. Come si muove una camera? Quali sono gli effetti delle scelte di regìa?


Vedi anche