AntropologiaArcheologiaArte e beni culturali
Astronomia
BiotechChimicaComunicazioneDirittoEconomiaFilologiaFilosofiaFisicaInformaticaIngegneria / ArchitetturaLatinoLetteraturaLinguisticaManagementMatematicaMusicologiaPedagogiaPsicologiaScienze agrarieScienze ambientaliScienze biologicheScienze del farmacoScienze della terraScienze medicheScienze naturaliScienze politiche e socialiStoria

La chimica nel terzo millennio: divulgazione, miti e bufale

di Giorgio Raito (video) e Irene Alì (redazione web)

Zammù TV all'incontro promosso dalla Società Chimica Italiana e dal Piano Nazionale Lauree Scientifiche: «Una mentalità aperta e critica e la circolazione di informazioni corrette possono contribuire a restituire a tale disciplina un significato positivo»




Divulgare il sapere delle scienze chimiche in un periodo storico in cui l'esponenziale crescita sul web di informazioni non controllate e lo scarso livello di cultura scientifica rendono necessaria e socialmente utile un'opera di informazione e di educazione al sapere chimico.

È stato questo l'obiettivo dell'incontro "La chimica nel terzo millennio: divulgazione, miti e bufale", organizzato dalla sezione Sicilia del Gruppo inter-divisionale per la diffusione della cultura chimica della Società Chimica Italiana (Sci) che si è tenuto al Dipartimento di Scienze chimiche dell'Università di Catania.

«Favorire la diffusione di una cultura e di una mentalità aperta e critica - spiegano gli organizzatori - e la circolazione di informazioni corrette sulla chimica possono contribuire a restituire a tale disciplina un significato positivo, lontano dall'esperienza attuale che non la percepisce come scienza capace di risolvere problemi in campo economico e sociale, e quindi utile alla comunità».

In video, il coordinatore per l'Università di Catania della sezione Chimica del Piano Nazionale Lauree Scientifiche Guido De Guidi, il direttore del Dipartimento di Scienze chimiche Roberto Purrello, e il presidente uscente della Sezione Sicilia della SCI Giuseppe Musumarra.