AntropologiaArcheologiaArte e beni culturali
Astronomia
BiotechChimicaComunicazioneDirittoEconomiaFilologiaFilosofiaFisicaInformaticaIngegneria / ArchitetturaLatinoLetteraturaLinguisticaManagementMatematicaMusicologiaPedagogiaPsicologiaScienze agrarieScienze ambientaliScienze biologicheScienze del farmacoScienze della terraScienze medicheScienze naturaliScienze politiche e socialiStoria

Formazione Docenti Unict 2019

di Dario Grasso (video) e Giorgio Raito (video)

In aula magna la cerimonia conclusiva della IIa edizione del progetto che ha coinvolto circa 250 professori di vari dipartimenti, impegnati a migliorare le competenze e le abilità degli studenti




Circa duecentocinquanta docenti di tutti i dipartimenti dell’Università di Catania hanno frequentato nell’ultimo biennio i corsi di formazione sui processi di apprendimento, sull’innovazione didattica e sulle metodologie didattiche avviato nell’ambito del “Progetto Docenti”, finanziato dal Ministero dell’Università, e articolato secondo percorsi formativi dedicati ai ‘docenti senior’, ai docenti che insegnano al primo anno dei corsi di laurea e dei corsi di laurea magistrali a ciclo unico, e ai docenti neo assunti.

Obiettivo dei vari percorsi formativi è quello di migliorare le competenze acquisite dagli studenti e di potenziare le loro abilità, abbreviando i tempi in cui si consegue il titolo di studio e incrementando l’occupabilità dei laureati. “Non basta essere preparati e conoscere bene la propria materia – osserva infatti la prof.ssa Bianca Maria Lombardo, delegata alla Didattica – per sapere insegnare in maniera efficace. Ce lo dicono, purtroppo, i risultati degli esami”.

Giovedì 27 giugno, nell’aula magna del Palazzo centrale dell’Università, si è tenuta la cerimonia di consegna degli attestati di partecipazione, a conclusione della seconda edizione del progetto.

In questa occasione la professoressa Lombardo, insieme con la professoressa Roberta Piazza, delegata alla Formazione continua, e il prof. Ettore Felisatti, docente dell’Università di Padova e responsabile scientifico del progetto, hanno illustrato gli aspetti più significativi dell’iniziativa, evidenziando alcuni dei risultati conseguiti, “in particolare – ha evidenziato la prof.ssa Piazza – a beneficio di quei docenti che si trovano a lavorare con gli studenti che vivono il momento critico di passaggio dalla scuola all’università”.

“Formare i docenti – precisa Felisatti - non significa mandarli di nuovo sui banchi di scuola ma supportarli nell’attività di innovazione che realizzano nei propri contesti. Un buon docente oggi è quello che sa creare un ambiente di apprendimento efficace in cui gli studenti sono protagonisti, perché elaborano insieme con i docenti e i loro colleghi le proprie competenze, a livello disciplinare e trasversale”.