AntropologiaArcheologiaArte e beni culturali
Astronomia
BiotechChimicaComunicazioneDirittoEconomiaFilologiaFilosofiaFisicaInformaticaIngegneria / ArchitetturaLatinoLetteraturaLinguisticaManagementMatematicaMusicologiaPedagogiaPsicologiaScienze agrarieScienze ambientaliScienze biologicheScienze del farmacoScienze della terraScienze medicheScienze naturaliScienze politiche e socialiStoria

Un'aula per Stefania Noce

L'aula A2 del monastero dei Benedettini ha cambiato nome ed è stata dedicata a Stefania Erminia Noce, la giovane studentessa vittima di femminicidio. Il video dell'inaugurazione dell'aula, traguardo raggiunto dopo una lunga attesa burocratica. Promessa comunque mantenuta da parte dell'Ateneo




L’aula A2 ha cambiato nome in aula Stefania Erminia Noce. Un gesto simbolico, una  promessa mantenuta da parte dell'Università degli studi di Catania, per ricordare la giovane studentessa di Licodia Eubea vittima di femminicidio nel 2011. Il video racconto inteegrale della cerimonia di intitolazione che si è svolta lo scorso 27 marzo. «ci piace pensare che oggi stefania è con noi e ci ricorda che il pericolo non è sempre lontano». Ha aperto la cerimonia il discorso del rettore Giacomo Pignataro, ma tanti sono gli interventuti, dalla professoressa Stefania Arcara, al direttore del dipartimento di Scienze umanistiche Giancarlo Magnano San Lio, passando per Matteo Iannitti del Movimento studentesce alle rappresentanti dei movimenti femministi catanesi fino ai genitori di Stefania Noce. A questi, inoltre, il rettore dell'Università ha consegnato una pergamena di attestato di carriera in Lettere per la studentessa.