AntropologiaArcheologiaArte e beni culturali
Astronomia
BiotechChimicaComunicazioneDirittoEconomiaFilologiaFilosofiaFisicaInformaticaIngegneria / ArchitetturaLatinoLetteraturaLinguisticaManagementMatematicaMusicologiaPedagogiaPsicologiaScienze agrarieScienze ambientaliScienze biologicheScienze del farmacoScienze della terraScienze medicheScienze naturaliScienze politiche e socialiStoria

Ricerca, partito il monitoraggio dei pulcini di gabbiano reale nati all'Isola Lachea

Il centro di ricerca d'ateneo Cutgana ha avviato la marcatura dei giovani esemplari di Larus michaellis nati in primavera per accertare i futuri spostamenti e l’eventuale ritorno alla colonia della riserva naturale integrale di Aci Trezza


C'è anche il monitoraggio dell’avifauna della riserva naturale integrale “Isola Lachea e Faraglioni dei Ciclopi” di Aci Trezza tra le attività del centro di ricerca d'ateneo Cutgana. I pulcini di gabbiano nati sull’Isola Lachea questa primavera sono stati infatti "inanellati" per monitorare la popolazione di Gabbiano reale Larus michaellis.

Si tratta di un'attività di "marcatura" dei giovani nati che permetterà di accertare gli spostamenti degli individui nei prossimi anni e l’eventuale ritorno alla colonia, da adulti, dopo i primi quattro anni di vita. Ad occuparsene sono stati l’ornitologo Renzo Ientile, coadiuvato dal direttore della riserva, Domenico Catalano, e gli esperti Luciano Rapisarda, Natalia Leonardi e Mauro Contarino.

«Completato lo sviluppo del piumaggio - spiega Ientile -, i pulcini sono capaci in pochi giorni di volare e di abbandonare l’isola assieme agli adulti. Nel primo anno di vita i giovani possono allontanarsi anche di molte centinaia di chilometri dalla colonia di nascita. Questa specie, in forte incremento negli ultimi anni, è oggetto di studi approfonditi in tutta Italia. Nella sola riserva di Aci Trezza se ne riproducono circa 50 coppie».