AntropologiaArcheologiaArte e beni culturali
Astronomia
BiotechChimicaComunicazioneDirittoEconomiaFilologiaFilosofiaFisicaInformaticaIngegneria / ArchitetturaLatinoLetteraturaLinguisticaManagementMatematicaMusicologiaPedagogiaPsicologiaScienze agrarieScienze ambientaliScienze biologicheScienze del farmacoScienze della terraScienze medicheScienze naturaliScienze politiche e socialiStoria

Pensare l'impensabile, il motto di Enrico Letta per i giovani

di Mariateresa Calabretta (redazione web), Giuliano Severini e Dario Grasso

Intervistato in occasione della presentazione del suo ultimo libro, l'ex presidente del Consiglio dei Ministri parla dei ventenni di oggi: la generazione su cui scommettere per il futuro del Paese


In occasione della presentazione del suo ultimo libro "Ho imparato", al Dipartimento di Scienze politiche e sociali, Enrico Letta ha condiviso con Zammù TV le sue riflessioni su alcuni temi che coinvolgono il mondo universitario, l'educazione e i giovani in una dimensione nuova, che guarda all'Europa.

Per l'ex presidente del Consiglio dei Ministri, oggi preside della Scuola di Affari Internazionali dell'Università Sciences Po di Parigi, i giovani di oggi sono «una delle generazioni migliori del nostro Paese», capaci di grandi battaglie quale, da ultima, quella per l'ambiente. Ragazzi in grado di «pensare l'impensabile», per loro Letta ha in mente anche un nuovo modello di Erasmus.