AntropologiaArcheologiaArte e beni culturali
Astronomia
BiotechChimicaComunicazioneDirittoEconomiaFilologiaFilosofiaFisicaInformaticaIngegneria / ArchitetturaLatinoLetteraturaLinguisticaManagementMatematicaMusicologiaPedagogiaPsicologiaScienze agrarieScienze ambientaliScienze biologicheScienze del farmacoScienze della terraScienze medicheScienze naturaliScienze politiche e socialiStoria

Studenti alla scoperta del mare dei Malavoglia

di Sonia Giardina

L'Isola Lachea, i Faraglioni e le Isole Ciclopi sono le bellezze naturalistiche al centro del corto "Mare Nostrum" realizzato con gli allievi della IQ dell'istituto "Parini" di Catania. Grazie all'omonimo progetto di educazione ambientale, gli alunni sono stati protagonisti di speciali visite guidate curate dal Cutgana




Un cortometraggio per “raccontare” le bellezze naturalistiche dell’area marina protetta Isole Ciclopi e della riserva naturale integrale Isola Lachea e Faraglioni dei Ciclopi di Aci Trezza, realizzato, nell’ambito del progetto “Mare Nostrum”, dagli studenti della IQ della scuola superiore di primo grado dell’Istituto comprensivo “Parini” di Catania con il supporto tecnico della regista e videomaker Sonia Giardina.

Gli studenti hanno infatti partecipato a una visita guidata dagli esperti del centro di ricerca Cutgana dell’Università di Catania alla scoperta del mare dei Malavoglia a bordo del battello con il fondo trasparente e della “sardara” dei Malavoglia e dell’Isola Lachea dove hanno ammirato la lucertola endemica “Podarcis sicula ciclopica”, la grotta dell’Eremita, il Museo naturalistico didattico “Lachea” (con i rari reperti archeologici e alcuni esemplari impagliati della fauna ittica del Mediterraneo) e la stazione di biologia marina.

Il progetto, coordinato dalla docente Maria Rita Bontà, ha permesso agli studenti – grazie alle lezioni in aula e nelle aree protette gestite dal Cutgana (Amp Isole Ciclopi e Isola Lachea e Faraglioni dei Ciclopi di Aci Trezza e Isola Bella di Taormina) – di acquisire una visione d’insieme delle problematiche ambientali, economiche e sociali relative al mare e allo sfruttamento delle sue risorse e al tempo stesso di sensibilizzare ed educare le nuove generazioni al rispetto e alla tutela dell’ambiente marino.

Temi su cui si sono soffermati - nel corso delle “lezioni all’aperto” nelle aree protette e delle interviste degli studenti - il direttore della Rni Isola Lachea e Faraglioni dei Ciclopi Domenico Catalano, la responsabile del progetto ScuolAmbiente Emilia Musumeci e il geologo e direttore delle riserve naturali Complesso Immacolatelle e Micio Conti di San Gregorio e Grotta Monello di Siracusa Salvatore Costanzo.

Il cortometraggio è stato presentato dal dirigente scolastico dell’Ic Parini Carmela Trovato e dal docente Rocco Frazzetto, coordinatore delle attività di educazione ambientale insieme con gli esperti del Cutgana.