AntropologiaArcheologiaArte e beni culturali
Astronomia
BiotechChimicaComunicazioneDirittoEconomiaFilologiaFilosofiaFisicaInformaticaIngegneria / ArchitetturaLatinoLetteraturaLinguisticaManagementMatematicaMusicologiaPedagogiaPsicologiaScienze agrarieScienze ambientaliScienze biologicheScienze del farmacoScienze della terraScienze medicheScienze naturaliScienze politiche e socialiStoria

Il senso del limite secondo Serge Latouche

L'economista e filosofo francese, noto per i suoi lavori di antropologia economica, ospite dell'Università di Catania, espone il progetto, che porta avanti da anni, di un'alternativa al binomio crescita-illimitatezza basata sul concetto di "limite".




Il video propone uno stralcio della conferenza del filosofo-economista francese svoltasi il 23 ottobre 2013 nell'aula magna del dipartimento di Economia e Impresa dell'Università di Catania.

Secondo Serge Latouche, i grandi movimenti di pensiero culminati nell'Illuminismo avevano ingaggiato una battaglia contro i valori tradizionali inaugurando così la modernità. Ma l' "andare oltre" di oggi è l'emblema del dominio, perché si fonda su un modello di sviluppo che rispetta una sola regola: ignorare ogni confine naturale, geopolitico, etico, antropologico e simbolico, assimilandone l'idea stessa a remora passatista di cui liberarsi per aprire ai mercati. Il peccato di dismisura, sanzionato con severità dagli antichi, si è rovesciato in precetto; il furore prometeico ha sopravanzato lo spirito di sovversione. Latouche elabora da anni il progetto di un'alternativa al binomio crescita-illimitatezza basata sul concetto di "limite". All'incontro, coordinato dal prof. Benedetto Matarazzo, hanno partecipato il prof. Maurizio Caserta, il sindaco di Noto Corrado Bonfanti, il presidente dell'Ente Fauna Siciliana Pietro Alicata e il rettore dell'Università di Catania Giacomo Pignataro.