AntropologiaArcheologia / ArteBiotechChimicaDirittoEconomiaFilologiaFilosofiaFisica e AstronomiaInformaticaIngegneria / ArchitetturaLatinoLetteraturaLinguisticaManagementMatematicaMusicologiaPedagogiaPsicologiaScienze agrarieScienze ambientaliScienze biologicheScienze del farmacoScienze della terraScienze medicheScienze naturaliScienze politicheSociologiaStoriaStoria del cinema

Centro Zo, al via i percorsi tra ricerca e sperimentazione

di Alfio Russo

Riprende la programmazione artistica al center culture contemporanee etneo, luogo di connessione e scambio per le realtà locali e ponte di relazione con le realtà nazionali ed europee


Programmazione artistica al via al centro culture contemporanee Zo, polo di produzione e promozione di percorsi di ricerca e sperimentazione, luogo di connessione e scambio per le realtà locali e ponte di relazione con le realtà nazionali ed europee.

Dopo la performance di David Fernandez “Ecce Cello” del 10 novembre scorso, anteprima della rassegna Partiture, dedicata alla musica contemporanea e neoclassica, la programmazione musicale del 2017 riproporrà il ciclo di world music Raizes in collaborazione con l'associazione Darshan e la rassegna di musica indipendente Znort in collaborazione con Ame e Mercati.

In continuità con la rassegna teatrale Altrescene che si avvia alla undicesima stagione, con la collaborazione della Rete Latitudini e di Statale 114, l’Auditorium del Centro Zo ospiterà l'1 dicembre “La Vita Ferma” di Lucia Calamaro, pregevole testimonianza della nuova drammaturgia contemporanea del panorama nazionale.

La rassegna teatrale, inoltre, propone il 25 novembre “Trinacria sulla Luna” di Gaspare Balsamo, l'8 dicembre “Il Dolore pazzo dell’Amore” di Pietrangelo Buttafuoco su musica di Mario Incudine e il 17 dicembre il “Cunto” di Mimmo Cuticchio approfondendo l’interesse per l’arte del contastorie, per le tematiche e l’immaginario siciliano rivisitato anche in chiave contemporanea.

A dicembre, inoltre, il Centro Zo curerà l’attività artistica del FilFest, festival di innovazione sociale in collaborazione con Impact Hub. All’interno del festival, Zo propone il 2 dicembre il nuovo progetto di Di Martino e Cammarata “Un mondo raro” ispirato alla straordinaria figura di Chavela Vargas, il 3 dicembre l’incontro audiovisivo “Seismographic Sounds Vision of a New World” dell’etnomusicologo Thomas Burkhalter e il 4 dicembre la poesia di Giovanni Calcagno e Savi Manna in “Cuntammare”.