AntropologiaArcheologia / ArteBiotechChimicaDirittoEconomiaFilologiaFilosofiaFisica e AstronomiaInformaticaIngegneria / ArchitetturaLatinoLetteraturaLinguisticaManagementMatematicaMusicologiaPedagogiaPsicologiaScienze agrarieScienze ambientaliScienze biologicheScienze del farmacoScienze della terraScienze medicheScienze naturaliScienze politicheSociologiaStoriaStoria del cinema

Per un «libro ideale e necessario» di storia delle donne

di Irene Alì (redazione web) e Sonia Giardina

Le Voltapagina Maria Giovanna Chiavaro, Emma Baeri e Laura Distefano raccontano in video alcune delle donne protagoniste del progetto "Anche la cancellazione è violenza": scienziate, artiste, letterate, filosofe che hanno dato un grande contributo alla nostra cultura ma delle quali non c'è memoria nei libri di testo




Recuperare la storia di scienziate, artiste, letterate, sociologhe, filosofe e politiche, italiane e straniere, donne che hanno dato un grande contributo alla nostra cultura e alla nostra società, ma delle quali non c'è memoria nei libri di testo, nei manuali, nella conoscenza condivisa. 

È questo il senso dell'iniziativa "Anche la cancellazione è violenza" ideata dal gruppo femminista Le Voltapagina in occasione del 25 novembre, Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne. Un progetto avviato nel 2014 quando le donne del gruppo "indossarono" in piazza Stesicoro un cartello recante il titolo dell'iniziativa e la biografia di una grande donna "cancellata dai libri di storia ufficiali". I cartelli di quell'installazione sono diventati una mostra, ospitata dal 18 al 28 novembre 2015 al Monastero dei Benedettini di Catania.

«Consideriamo una forma pervasiva di violenza - spiega Maria Giovanna Chiavaro - la cancellazione di tante donne, geniali, curiose, creative e capaci di lasciare un segno di sé nella storia. Tante donne che non hanno avuto il riconoscimento che meritavano né in vita né dopo». Il progetto ha inteso pertanto comporre «un libro, ideale e necessario, che pagina dopo pagina racconta in breve la vita di alcune delle moltissime donne che hanno inventato, scoperto, progettato, scritto, ma il cui contributo per diverse ragioni è stato dimenticato».

Sfogliamo alcune pagine di questo inedito libro di storia delle donne e conosciamo Carla LonziAndreana SardoFelicia Filomena CaciaAnna Maria van SchurmanMaria Sibylla MerianEmilie du ChâteletOlympe de GougesLise Meitner

A parlarcene nei sette video che seguono sono Maria Giovanna Chiavaro, Emma Baeri e Laura Distefano.


Emma Baeri parla di Carla Lonzi: critica d'arte, scrittrice, pensatrice femminista.


Emma Baeri parla di Andreana Sardo (eroina del Risorgimento) e Felicia Filomena Cacia (meteorologa "imprevista")


Laura Distefano parla di Anna Maria van Schurman, poetessa e teologa filosofa, detta “La Minerva olandese” o “La stella di Utrecht”, una delle menti più brillanti ed eclettiche del Seicento.


Maria Giovanna Chiavaro parla di Maria Sibylla Merian, entomologa, naturalista e pittrice.


Maria Giovanna Chiavaro parla di Émilie du Châtelet, matematica, fisica e letterata francese.


Emma Baeri parla di Olympe de Gouges, scrittrice e femminista.


Laura Distefano parla della fisica austriaca Lise Meitner.